Blog Cafè

NetMediaEurope Italia

marzo 2012

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Emanuela Teruzzi

a cura di Emanuela Teruzzi


Pubblicità

Creative Commons License

« marzo 2011 | Main | maggio 2011 »

La Francia vara il Consiglio Nazionale per Internet

Il governo francese mostra un grande interesse verso il mondo Internet, a poco meno di un mese dall’apertura del primo Forum Internazionale del Web, una due giorni parigina (24 e 25 maggio) che metterà a confronto sui grandi temi della rete internet provider, operatori telefonici, aziende web. Un governo che ha varato in questi giorni il Consiglio Nazionale del Digitale (abbreviato CCN, acronimo di Conseil National du Numérique), per migliorare il dialogo sulle nuove tecnologie tra le varie autorità. Diciotto i membri coinvolti, riunitisi per la prima volta il 27 aprile. "Ho voluto riunire diverse personalità competenti sull'Internet francese, per la maggior parte imprenditori, perché il governo possa avere una prospettiva interna al settore" dichiara Nicolas Sarkozy. Tra i temi in agenda anche la possibilità di tassare i giganti del web e i finanziamenti alle start-up. Anche in Italia ci sarebbero "personalità competenti sull'Internet Italiano" da riunire ed ascoltare.

Inserito il 29 di aprile 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Pubblicità

Nokia appalta Symbian e licenzia

Stephen Elop, CEO di Nokia, prosegue con determinazione la scelta di Windows Phone 7, dopo aver deciso che né Symbian né MeeGo sono in grado di tenere il passo con Android. E si libera di Symbian: affida lo sviluppo del sistema operativo mobile (che è ancora il numero uno sul mercato mondiale) ad Accenture, coinvolgendo 3000 persone del suo staff. L’accordo tra Nokia e Accenture verrà finalizzato entro la prossima estate e si procederà con il trasferimento dei dipendenti entro la fine del 2011.
Inoltre si legge in un comunicato aziendale diramato oggi: Nokia ridurrà la propria forza lavoro a livello globale di circa 4000 dipendenti entro la fine del 2012, principalmente in Danimarca, Finlandia e Regno Unito. Nel rispetto delle normative locali, il dialogo con i rappresentanti sindacali inizierà oggi. Nokia inoltre consoliderà le proprie strutture di ricerca e sviluppo di prodotti, per assegnare ad ogni struttura un chiaro ruolo e scopo. In quest’ottica Nokia prevede l’espansione di alcune strutture e la riduzione e chiusura di altre”.  A lungo termine Nokia “intende potenziare la propria capacità di sviluppo degli smartphone basati sulla piattaforma Windows Phone, e l’ampio catalogo di telefoni cellulari e di servizi”. Così Nokia appalta Symbian ad Accenture, senza tagliare però il cordone ombelicale.

Inserito il 27 di aprile 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Google Video ha i giorni contati

La decisione di spingere a tutta forza YouTube, per controbattere le mosse di molti siti che puntano al video come elemento chiave del loro palinsesto, sta dietro la chiusura definita di Google Video. A fine aprile, dal 29, Google Video non permetterà più ai propri utenti di visualizzare i contenuti: la decisione è quella di bloccare la piattaforma proprietaria e di permettere il download dei video solo fino al 13 maggio, poi Google Video cesserà completamente. In questo modo l’invito a passare da YouTube è esplicito, sia per caricare video sia per visualizzarli. Ma, nonostante dal 2009 non si possa più postare contenuti su Google Video e nonostante più volte gli utenti siano stati inviati al cambio di piattaforma,  molti lamentano che non sia stato messo a punto un automatismo che traslochi tutti i video presenti, che ammontano a quasi 3 milioni tra interviste, documentari e lezioni didattiche. Sempre più sono i navigatori che scelgono di consultare video sul web, a discapito delle trasmissioni Tv, e sempre più siti di intrattenimento stanno stipulando accordi con le major per programmi in esclusiva. Il fronte del video sul web rimescola gli equilibri, anche con questa chiusura da tempo nell'aria.

Inserito il 18 di aprile 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Tutta colpa di Google

E' un ritornello che in questi giorni di presentazioni a valanga di tablet sul mercato italiano è ricorrente sentire. Lo ha dichiarato Paolo Prearo, country manager di Motorola Mobility, in occasione del lancio del nuovo tablet Xoom per il mercato di fascia alta, lo ha dichiarato Andrea Galbiati, country manager di Asus pronta a lanciare sul mercato il suo tablet consumer, Eee Pad Transformer. Due lanci (entrambi un po' sottotono rispetto alle promesse) legati al rilascio di Android 3.0 da parte di Google, ma che così facendo hanno accumulato ritardo rispetto ai competitor (Apple in testa) che sul mercato ci sono già. Ma è davvero tutta colpa solo di Google?

Inserito il 13 di aprile 2011
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Regole di privacy per la PA

Il Garante per la Privacy ha fissato le regole in base alle quali le pubbliche amministrazioni possono diffondere online atti e documenti amministrativi contenenti dati personali, senza ledere la riservatezza di cittadini e dipendenti e rispettare i principi stabiliti dalla normativa sulla privacy. Una materia molto articolata ma con dei paletti chiari (qui tutti i dettagli). Per una PA più trasparente.

Inserito il 5 di aprile 2011
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit