Blog Cafè

NetMediaEurope Italia

marzo 2012

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Emanuela Teruzzi

a cura di Emanuela Teruzzi


Pubblicità

Creative Commons License

« ottobre 2010 | Main | dicembre 2010 »

La posizione (dominante) di Google

Il rischio che sta correndo Google è di ricevere una multa di un importo pari al 10% del suo fatturato. L'Unione europea ha, infatti, aperto un fascicolo su Google per abuso di posizione dominante, e questo è l'importo che la UE può richiedere in caso di sentenza sfavorevole. Dopo le maxi multe a Microsoft, Intel e un'indagine a carico di Ibm, Google è il quarto colosso IT statunitense a finire sotto il microscopio dell'Antitrust europea. Un'accusa che parte dalle denunce dell’inglese Foundem, della francese Ejustice.fr e di Ciao, il servizio di Microsoft Bing. Ma Google potrebbe essere in buona compagnia.

Inserito il 30 di novembre 2010
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Pubblicità

Arriva Amazon.it

Popolare lo era già anche in Italia (il 3 agosto del 1995, consegnava il suo primo pacchetto a un cliente di Genova, spedito dagli Usa). Ma ora che Amazon sbarca nel nostro Paese con Amazon.it  il livello di attenzione si alza (anche se la campagna anonima  "Non è il solito pacco", a Roma e a Milano, aveva già ben allertato i curiosi nelle scorse settimane). 
In pronta consegna, già da oggi, su Amazon.it oltre 2 milioni di libri italiani e stranieri, più di 450.000 cd e oltre 120.000 dvd, una vasta selezione di videogiochi, musica, elettronica, software, elettrodomestici, orologi e giocattoli. Le consegne – grazie al Programma Amazon Prime – sono illimitate e garantite entro 2-3 giorni, ad una quota annuale di 9,99 euro che comprende tutte le spedizioni. E le aspettative, in tempi di acquisti misurati, sono alte grazie anche a una partenza “scontata”: il 30% in meno su tutti i libri per festeggiare il lancio. Uno scaffale virtuale allestito in tempo per i regali di Natale e un’apertura che si spera sia da traino per l’e-commerce italiano.

Inserito il 23 di novembre 2010
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Anche Novell venduta

Anche Novell alla fine è stata venduta, dopo i rumors degli ultimi mesi che la davano corteggiata da più parti (anche da Wmware). Ed è stata venduta divisa per asset. Sarà Attachmate che la comprerà per 6,1 dollari per azione, per un totale di 2,2 miliardi di dollari pagati in contanti. Lo ha annunciato oggi la stessa Novell, specificando però che non saranno oggetto dell'acquisizione i diritti di proprietà intellettuale, che saranno ceduti a un consorzio guidato da Microsoft (la CPTN Holdings) che ha pagato 450 milioni di dollari in contanti per averli. Una conseguenza dello storico patto che Novell, nel 2006, aveva siglato con Microsoft e che ha portato i suoi frutti in questi anni. Il passato di Novell, dei tempi del sistema operativo Netware sui server corporate, oggi è solo un ricordo: all’epoca Novell voleva rivaleggiare persino con Microsoft, acquisendo la suite WordPerfect per conquistare le applicazioni desktop, e contrastare la corazzata di Microsoft Office. Ma non andò così: NT fu il colpo finale inferto a Novell negli anni ‘90.

Inserito il 22 di novembre 2010
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Frecciarossa, wifi e carrozze del silenzio

Sui treni ad alta velocità dal 12 dicembre i passeggeri potranno navigare sul Web non più a singhiozzo. Finalmente. L’accordo, stretto da Trenitalia sia con Telecom Italia sia con Vodafone, porta il wifi ai passeggeri dei Frecciarossa, gratuitamente fino a fine anno. Ben venga il wifi, ma ben vengano anche le carrozze silenziose come ha promesso l'amministratore delegato di Telecom: Metteremo a disposizione anche delle carrozze del silenzio”.

Inserito il 19 di novembre 2010
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

WiFi libero, fatto solo il primo passo

Si è esultato nel weekend su tutti i media (quotidiani in testa) sull’avvento della nuova era per il WiFi (dal primo gennaio libero anche in Italia). Ma ci sono ancora dei punti in sospeso, dettagli importanti, che verranno chiariti solo nei prossimi mesi. Per ora liberalizzazione significa che, da gennaio 2011, per gli utenti italiani, come nel resto del mondo occidentale, non sarà più obbligatorio fotocopiare il documento di identità personale per collegarsi a uno hot-spot WiFi pubblico. La norma (nota come Decreto Pisanu) che bloccava il WiFi non sarà infatti più prorogata, e questo è un passo importante. Ma per non essere più costretti ad esibire la carta d'identità, servirà un decreto abrogativo, in arrivo nei prossimi due mesi, nel quale il ministro Maroni dichiara che dovrà garantire "gli adeguati standard di sicurezza". Quali? Qui si entra nelle ipotesi.

Inserito il 8 di novembre 2010
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

500 milioni di dollari per Kinect

Non poteva che essere organizzato al Toys R Us di Times Square a New York il lancio di Kinect, l’attesa periferica per Xbox 360, in grado di catturare i movimenti del giocatore. E già in serata anche le grandi catene americane di GameStop e BestBuy festeggeranno a loro modo, con spettacolari eventi in casa.
Oggi Kinect debutta negli Stati Uniti, il 10 novembre in Italia.
Sapete con che investimento marketing? 500 milioni di dollari. Tanti quanti Microsoft aveva speso per lanciare l’intera console Xbox (Kinect dopotutto è “solo” una sua periferica). Ma ovviamente in Microsoft ci credono e dichiarano aperta la sfida con la Wii di Nintendo.

Inserito il 4 di novembre 2010
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit