Blog Cafè

NetMediaEurope Italia

marzo 2012

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Emanuela Teruzzi

a cura di Emanuela Teruzzi


Pubblicità

Creative Commons License

« dicembre 2008 | Main | febbraio 2009 »

Le tappe di Brunetta

Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, mette sul piatto 1,38 miliardi di euro per digitalizzare la Pubblica Amministrazione, di cui 241 milioni di euro solo per il "pianeta scuola" (argomento quest'ultimo che mi trova molto sensibile e allarmata). Il progetto funzionerà a tappe, con gli obiettivi di risparmiare sui costi, migliorare l'efficienza, accorciare le distanze tra cittadini e istituzioni. Assinform scommette sul nuovo piano di e-government, anche come manovra anti-ciclica per innescare la ripresa economica. Unico nèo (ma non da poco): non si parla quasi mai di open source, su cui invece punta l'Amministrazione Obama negli Usa. Qui tutti i dettagli del piano di e-government 2012, oltre l'impegno verso la scuola "digitale" (assenze scolastiche, pagelle...). Ma voi che ne pensate?

Inserito il 26 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (9) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Pubblicità

La lettera di Steve ai dipendenti

La riprendo dal blog di Mary-jo Foley. E' la lettera che Steve Ballmer ha scritto ieri ai dipendenti di Microsoft per annunciare i tagli del personale.


“From: Steve Ballmer
Sent: Thursday, January 22, 2009 6:07 AM
To: Microsoft - All Employees (QBDG)
Subject: Realigning Resources and Reducing Costs

In response to the realities of a deteriorating economy, we’re taking important steps to realign Microsoft’s business. I want to tell you about what we’re doing and why.

Today we announced second quarter revenue of $16.6 billion. This number is an increase of just 2 percent compared with the second quarter of last year and it is approximately $900 million below our earlier expectations.

The fact that we are growing at all during the worst recession in two generations reflects our strong business fundamentals and is a testament to your hard work. Our products provide great value to our customers. Our financial position is solid. We have made long-term investments that continue to pay off.

But it is also clear that we are not immune to the effects of the economy. Consumers and businesses have reined in spending, which is affecting PC shipments and IT expenditures.

Our response to this environment must combine a commitment to long-term investments in innovation with prompt action to reduce our costs.

During the second quarter we started down the right path. As the economy deteriorated, we acted quickly. As a result, we reduced operating expenses during the quarter by $600 million. I appreciate the agility you have shown in enabling us to achieve this result.

Now we need to do more. We must make adjustments to ensure that our investments are tightly aligned with current and future revenue opportunities. The current environment requires that we continue to increase our efficiency.

As part of the process of adjustments, we will eliminate up to 5,000 positions in R&D, marketing, sales, finance, LCA, HR, and IT over the next 18 months, of which 1,400 will occur today. We’ll also open new positions to support key investment areas during this same period of time. Our net headcount in these functions will decline by 2,000 to 3,000 over the next 18 months. In addition, our workforce in support, consulting, operations, billing, manufacturing, and data center operations will continue to change in direct response to customer needs.

Our leaders all have specific goals to manage costs prudently and thoughtfully. They have the flexibility to adjust the size of their teams so they are appropriately matched to revenue potential, to add headcount where they need to increase investments in order to ensure future success, and to drive efficiency.

To increase efficiency, we’re taking a series of aggressive steps. We’ll cut travel expenditures 20 percent and make significant reductions in spending on vendors and contingent staff. We’ve scaled back Puget Sound campus expansion and reduced marketing budgets. We’ll also reduce costs by eliminating merit increases for FY10 that would have taken effect in September of this calendar year.

Each of these steps will be difficult. Our priority remains doing right by our customers and our employees. For employees who are directly affected, I know this will be a difficult time for you and I want to assure you that we will provide help and support during this transition. We have established an outplacement center in the Puget Sound region and we’ll provide outplacement services in many other locations to help you find new jobs. Some of you may find jobs internally. For those who don’t, we will also offer severance pay and other benefits.

The decision to eliminate jobs is a very difficult one. Our people are the foundation of everything we have achieved and we place the highest value on the commitment and hard work that you have dedicated to building this company. But we believe these job eliminations are crucial to our ability to adjust the company’s cost structure so that we have the resources to drive future profitable growth. I encourage you to attend tomorrow’s Town Hall at 9am PST in Café 34 or watch the webcast.

While this is the most challenging economic climate we have ever faced, I want to reiterate my confidence in the strength of our competitive position and soundness of our approach.

With these changes in place, I feel confident that we will have the resources we need to continue to invest in long-term computing trends that offer the greatest opportunity to deliver value to our customers and shareholders, benefit to society, and growth for Microsoft.

With our approach to investing for the long term and managing our expenses, I know Microsoft will emerge an even stronger industry leader than it is today.

Thank you for your continued commitment and hard work.

Steve”


Inserito il 23 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Italia.info, panni puliti per Italia.it

E' il periodo dei grandi ritorni. Anche di quei progetti naufragati in passato, accompagnati da spese folli e da polemiche. Italia.it rinasce, ma cambia dominio: diventa Italia.info, per sottolineare la discontinuità con il passato. L'iniziativa, dice il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta, "sarà un modo per cambiare registro nel settore". Vedremo.  Dall'intera  notizia, evidenzio solo un "dettaglio": l'investimento. Italia.info riparte da 10 milioni di euro: per far dimenticare gli ingenti costi di Italia.it (si dice siano stati spesi 45 milioni di euro), i ritardi clamorosi e i tentativi di rianimare un progetto nato con il piede sbagliato. Speriamo che Italia.info abbia un futuro migliore. Dite che c'è qualche chance?

Inserito il 20 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (3) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Oggi tocca a Derba. Spinta sul software in HP

Ieri era il giorno di Carol. Oggi è il giorno del ritorno al vertice di Mario Derba (a livello italiano e non mondiale) nominato da HP Italia come Country Manager Software & Solutions della Business Unit Technology Solutions. Mario Derba riporterà a Luigi Freguia, Amministratore Delegato di HP Italiana.
Avrà la responsabilità della divisione HP Software & Solutions, che integra in un’unica organizzazione sia i team di vendita e consulenza sui prodotti software sia quelli degli specialisti
Una spinta sul software visto che, prima di Hp, Derba guidava Microsoft in Italia, niente popò di meno. Sono curiosa di sapere se toccherà a lui integrare Eds in Hp...Buon lavoro Mario!

Inserito il 15 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Riecco Carol! La donna giusta (per Microsoft) a capo di Yahoo!

Rieccola! La sessantenne Carol Bartz, ex numero uno di Autodesk per 14 anni, veterana del software e hi-tech, membro del board di Cisco e Intel, è stata nominata nuovo Ceo di Yahoo!. Bartz ha esperienza nel campo pubblicitario e ha già guidato un’azienda Web quotata. Tuttavia, non ha grande esperienza nel settore del consumer, cosa che invece sarebbe, secondo alcuni analisti, indispensabile a Yahoo! per essere più competitiva sul mercato e affrontare meglio la concorrenza di Google.
Ma ora che Yahoo! volta pagina, forse può ripartire la saga con Microsoft. Steve Ballmer, Ceo di Microsoft, era stato categorico: nessun accordo finché Yahoo! non avesse cambiato chief executive.
In molti dicono che Carol Bartz sia la donna giusta per trovare un accordo con Microsoft "a livello filosofico". E Microsoft, che avrebbe già un contratto nel cassetto, potrebbe siglare l'intesa addirittura entro il 27 gennaio, all'uscita della trimestrale di Yahoo!, in tempi ultra-rapidi.

Inserito il 14 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Windows 7, Chrome, i test...

Si è ripreso a spron battutto, soprattutto dal punto di vista dei rilasci di anteprime software (senza voler togliere niente ai ricchi MacWorld e Ces). Per questo abbiamo toccato con mano la beta pubblica di Windows 7 e l'alpha di Chrome 2.0, rilasciate una a ridosso dell'altra e provate per voi. Un buon inzio, non c'è che dire, per sviluppatori, curiosi, giornalisti, tecnici, appassionati, utenti....

Inserito il 12 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Ai netbook darei il premio

Rieccoci con il 2009. Le prime novità arriveranno a giorni da Las Vegas, dove terrà banco il Consumer Electronics Show (lo stiamo già anticipando su blog eventi) che sarà dedicato più che mai all'alta definizione in tutte le sue forme e solo in alcune aree all'IT più tradizionale (ormai non ha più nulla dell'eredità del vecchio Comdex). Nel marasma degli annunci cercheremo di dare risalto alle tecnologie più accattivanti e, in attesa di vedere cosa il 2009 ci riserverà, permettetemi di dare un premio alla tecnologia che più mi è piaciuta quest'anno: i netbook, pratici, leggeri, accessibili, ottimi per scrivere, navigare, collegarsi, viaggiare... Li ho trovati davvero un'ottima idea (e a voi cosa è piaciuto?). Intanto buon anno, che sia in ogni caso migliore.

Inserito il 2 di gennaio 2009
Permalink | Commenti (3) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit