Blog Cafè

NetMediaEurope Italia

marzo 2012

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Emanuela Teruzzi

a cura di Emanuela Teruzzi


Pubblicità

Creative Commons License

« gennaio 2008 | Main | marzo 2008 »

Cocaina e Software

L’occasione di incontrare Mario Piccinni (maggiore e comandante  dalla Guardia di Finanza, oltre che esperto di contraffazione e pirateria) è stata un convegno stamattina a Milano. Solo un dato che sta a sottolineare quanto oggi sia più lucroso per le organizzazioni criminali trafficare musica, film e software, rispetto ai traffici illeciti tradizionali (armi, droghe). “Il rincaro nel passaggio tra grossista e dettagliante di 1 kg di cocaina è del 100%. Il rincaro nel passaggio tra grossista e dettagliante di prodotti software è 9 volte tanto, pari al 900% . Guadagno più elevato a fronte anche di minori rischi legali in cui si incorre”. Un bel quadretto.

Inserito il 25 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Pubblicità

Blu-Ray vincitore

L'Hd Dvd è morto. Blu-ray sarà l'erede del Dvd in alta definizione. Così si conclude la guerra dei formati. Per gli utenti consumer è una buona notizia: finiscono la confusione e l'incertezza. A dare il colpo di grazia sono stati gli abbandoni di Warner, Netflix, Best-Buy e Wal-mart (per non parlare dei film porno pro Blu-Ray).
La vittoria di Sony suona come una rivincita, a trent'anni dalla sconfitta del Betamax a vantaggio del Vhs. (Qui le tappe più importanti della vicenda).Ora la Blu-ray Disc Association fa già i conti delle royalty per ogni drive o lettore venduto, e si strofina le mani. Ma Gartner mette in guardia Sony: le royalty del Blu-ray non saranno paragonabili con quelle dell'era Dvd. L'alta definizione dovrà competere con il download dei film online.

Inserito il 21 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Video: Il ceo di Nokia libera Internet dal pc

Sono i servizi che fanno la differenza (non solo per Nokia, in questo Mobile World Congress). Ma Nokia trova lo spunto per ribadirlo a più riprese, davanti a platee diverse. Il primo giorno nel corso della conferenza stampa carica di annunci, è lo stesso Ceo, Olli-Pekka Kallasvuo, che delinea il percorso della strategia dell’azienda finlandese: "Liberando Internet dalle limitazioni del desktop, stiamo ridefinendo Internet stessa, contestualizzandola e rendendola più personale".
Il secondo giorno è sempre lui, nel suo stretto inglese, che ribadisce nel keynote quanto la convergenza sia fondamentale per diffondere Internet mobile. “Internet ha cambiato molto il mondo della mobility, ma ora sarà la mobilità che permetterà ad Internet di fare il prossimo salto”.
I due fenomeni sono tra loro strettamente collegati, non possono prescindere uno dall’altro. “Aiuteranno a ridurre gap tra le popolazioni più bisognose, dove i servizi mobile possono fare la differenza, come nel continente africano. Oggi l’industria mobility contra 3 miliardi di abbonati, alla ricerca di una community con nuovi tipi di servizi, di navigazione”.
Internet libera dal desktop è una sfida, che cambia il modo in cui noi comunichiamo (e che è, nello stesso tempo, cambiata da questo), offrendo nuove opportunità di business. La causa e l’effetto sembra si confondano.

Inserito il 18 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Videointervista: A Microsoft manca Nokia

Dei cinque vendor importanti di telefonini, Microsoft dopo l'accordo con Sony Ericsson oggi ne conta quattro. Manca Nokia, che continua imperterrita sulla strada forte di Symbian. Ma sarà per sempre così? L'ho chiesto a Fabio Falzea, direttore marketing mobile in Microsoft, con responsabilità per Italia, Russia e Paesi dell’Est. E Windows Mobile 6.1 quando arriverà? Nel video le risposte.

Inserito il 14 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Barcellona: ne è valsa la pena

Questa è l'ultima foto scattata ieri a Barcellona, al Mobile World Congress, prima di prendere il taxi per l'aeroporto e rientrare a Milano. Le novità da raccontarvi non sono finite (qui molte), continueremo a scrivere in questi giorni di Ceo, di prodotti, di strategie. Ma oggi, un po' stanca ma soddisfatta, sono ancora più convinta che questa fiera "valesse la pena". Era da tanti anni che non mi capitava di partecipare a un evento vero, con annunci veri (vedi Alcatel Lucent-Nec, Yahoo oneConnect, Microsoft-Sony Ericsson, Nokia...), con ceo concreti (Chambers di Cisco, Conway del Gsma, Sarin di Vodafone, Kallasvou di Nokia...), con prototipi funzionanti (Google Android ha il suo fascino). L'ultima foto sulla fiera, dall'alto, ne testimonia la vitalità e l'efficienza. 100_0423

Inserito il 13 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

VIDEO: Milano sul web

Come il comune di Milano protegge i dati sensibili dei suoi cittadini? Ne parliamo con Alessandro Musumeci, direttore specialistico sistemi informativi del Comune di Milano, che racconta di una cittadinanza molto interessata ai servizi web proposti dalle istituzioni. Ma che avanza anche richieste a Roma e risponde con schiettezza quando gli chiedo “un giudizio sulle infrastrutture di telecomunicazione del nostro paese. Sono sicure?”. Ne esce un ritratto di una Italia molto migliorabile.

Inserito il 8 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

VIDEO: Mikko Hypponen, guru in diretta

Schietto e sintetico. Mikko Hypponen, direttore dei laboratori F-Secure, conosciuto per essere un guru in materia di sicurezza (membro del comitato “esclusivio”  CARO Computer Antivirus Researchers Organization), non usa mezzi termini per rispondere alle nostre domane. Toccando temi che vanno dal riciclaggio di denaro sul web, al phishing, al ruolo delle banche. E alla domanda: cosa pensa dell’utente italiano, è consapevole dei rischi che corre in rete? La risposta è che deve ancora smaliziarsi. L’aiuto può venire anche dalle aziende che devono cambiare il loro modo di approcciare la sicurezza: non più vendendo prodotti, ma servizi. Un dato allarmante: nel 2007 la crescita dei malware è raddoppiata in un solo anno (siamo a 500.000 esemplari) e nuovi paesi emergenti (Africa, India, Messico) si specializzeranno in questi crimini nel corso del 2008. Soppiantando gli storici: Usa ed Europa che hanno fatto la parte del leone dal 1986 al 2003, e Cina e Russia, in vetta alla classifica criminale negli ultimi anni, fino al 2007.

Inserito il 6 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Microsoft + Yahoo!, cambia il web

Prova che ci riprova, sembra che questa possa essere la volta buona: Microsoft vuole comprarsi Yahoo!, lancia un'opa ed è pronta al rialzo. Yahoo! nel frattempo, nonostante le ultime difficoltà finanziare, si dà un po' di tempo per riflettere e decidere. Gli scenari che si aprono sono molti (ne parlano gli analisti) sia per il mercato della ricerca online sia per quello della pubblicità. Tuttavia si tratta forse dell'ultima carta per Microsoft nel mercato online: un jolly per scongiurare la recessione, le paure dei mercati, ma soprattutto per rilanciare Microsoft nel business dell'advertising, un mercato che nel 2007 ha raccolto 40 miliardi di dollari nel 2007 ed è destinato a raddoppiare entro tre anni. Qui si gioca la vera battaglia contro Google, perché sul lato ricerca online invece, Microsoft+Yahoo difficilmente potranno raggiunge le vette di Google.

Inserito il 4 di febbraio 2008
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit