Blog Cafè

NetMediaEurope Italia

marzo 2012

dom lun mar mer gio ven sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Emanuela Teruzzi

a cura di Emanuela Teruzzi


Pubblicità

Creative Commons License

« agosto 2006 | Main | ottobre 2006 »

Il blog degli eventi

C’è sembrata la formula più valida per scrivere i reportage direttamente dalle fiere alle quali partecipiamo. E’ nato così, su Vnunet, Blog Eventi, inaugurato in questi giorni in occasione del Photokina, che prende il posto degli speciali tematici degli scorsi anni dedicati a manifestazioni quali il Cebit di Hannover, il Ces di Las Vegas, il Computex di Taiwan o lo Smau di Milano. Se in questi giorni parliamo da Colonia di fotografia digitale, la prossima settimana parleremo da Smau di Smau, con news e filmati, e così via… saltando da un paese all’altro, da una fiera a un convegno, a una manifestazione (sempre che ci sia qualche tecnologia interessante da raccontare...). Ditemi cosa ne pensate, ci serve per migliorare.

Inserito il 28 di settembre 2006
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Pubblicità

E' questione di miopia?

Mi sorprendo sempre dell'ottimismo con cui gli analisti decantano le crescite del settore IT. Ieri alla presentazione del rapporto Assintel trapelava un po' di ottimismo dalla parole di Alfredo Gatti, analista e fondatore di Nextvalue, conosciuto da sempre, dai tempi lontani in cui lavorava in HP e AT&R. Ma anche lui, pur soddisfatto dei dati, non ha saputo darmi torto quanto gli ho confidato la mia miopia: questo ottimismo mi sfugge, non riesco a metterlo a fuoco. Mi chiedo: se la crescita del mercato IT, tanto attesa e auspicata dopo anni, si aggira attorno all'1,5% e quella ancora più attesa del comparto dei servizi è (finalmente!) dello 0,6% (!!!) dove crediamo di andare?

Inserito il 20 di settembre 2006
Permalink | Commenti (5) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Non c’è pace per Sony

In soli 40 giorni, è arrivato il terzo richiamo dal mercato di batterie difettose Sony. Questa volta il lamento arriva da Toshiba, che sostituirà circa 340.000 batterie in tutto il mondo, nei modelli di notebook Dynabook e Dynabook Satellite. In piena estate era stata Dell a richiamare le batterie, seguita da Apple, per un totale di 6 milioni di batterie Sony sospettate a rischio di incendio.  All’appello ora mancano altri due grandi costruttori di portatili, Fujitsu e HP, che utilizzano batterie Sony e che finora si sono detti tranquilli. Se così fan tutti… toccherà prima a poi anche a loro? Io, utente di notebook, tanto tranquilla non sono.

Inserito il 19 di settembre 2006
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Warner su YouTube

Da una parte c’è YouTube, il principe dei video online, prevalentemente amatoriali; dall’altra c’è Warner Music Group, la major discografica con a listino milioni di clip coperti da copyright, interviste agli artisti, canzoni. A sorpresa Warner ha preso una decisione segno dei tempi: sarà la prima major a distribuire i suoi clip su YouTube, in cambio (ovviamente) di un po’ di ricavi pubblicitari. Il confronto tra i videoclip professionali e il video girato dal vicino di casa sarà schiacciante, ma vantaggioso. La comunità di utenti di YouTube, che guarda 100 milioni di video al giorno, credo apprezzerà.

Inserito il 18 di settembre 2006
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

L’inversione a U di Telecom

Telecom Italia non si occuperà più di cellulari, ma diventerà un grande editore. Previa una pesante ristrutturazione dell’azienda. La notizia è quella che lascia a bocca aperta soprattutto i 20 consiglieri del cda che questo pomeriggio ascolteranno a porte chiuse le spiegazioni di Tronchetti Provera, che ha stravolto in un batter d’occhio la strategia dell’azienda: due anni fa con enfasi aveva annunciato la fusione tra telefonia fissa e mobile (mai decollata pienamente), oggi a porte chiuse annuncerà la decisione di vendere Tim all’asta (la compreranno telecom straniere?) e un probabile accordo con Rupert Murdoch, il magnate dei media australiano, per trasformare Telecom Italia in una media company, focalizzata su contenuti, giornali, tv, internet, satellite. Una vera inversione a U, una soluzione estrema, dopo un’estate in cui il titolo Telecom aveva toccato i minimi storici e il debito del gruppo era salito alle stelle (40 miliardi euro). Solo una considerazione (analisi finanziarie ed economiche trovano spazio su altri siti, in primis quelle dei quotidiani): l’Italia non avrà più il suo primo gestore di telefonia mobile, che figuraccia.

Inserito il 11 di settembre 2006
Permalink | Commenti (17) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Film e video, Amazon sfida Apple

Amazon batte Apple sul terreno dei download video. Mentre Apple sta affinando il lancio del suo servizio di download dei film da iTunes su iPod (annunciato la scorsa settimana ma atteso per il 12 settembre), Amazon lancia oggi il suo nuovo store di download video, Unbox, per chi usa pc e lettori multimediali portatili compatibili solo con Windows XP (Creative Zen, Toshiba, Archos, iRiver). Siamo alla solita disputa: Apple vs Windows. Atteso a breve anche Zune, l’anti-ipod di Microsoft, con un servizio di download simile. E’ presto dire chi avrà la meglio sui download video, certo è che tutti, proprio tutti, hanno colto le potenzialità di business di questo mercato e ne vogliono una fetta. Intanto a Venezia oggi chiude la mostra del cinema, quello su grande schermo…

Inserito il 8 di settembre 2006
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

La Playstation3 non ama il Natale

Ci risiamo. Ormai il ritardo nel lancio della Playstation3 sta assumendo toni quasi ridicoli. L’appuntamento per lo scorso Natale era clamorosamente saltato, ma nessuno poteva credere che sarebbe saltato anche per il prossimo. E invece poche ore fa Sony ha annunciato a sorpresa che ci saranno altri 4 mesi di ritardo nel rilascio della Playstation3 in Europa, Russia, Medio Oriente, Africa e Australia, nessun ritardo per il lancio in Giappone e il Nord America (ovvero l'11 novembre e il 17 novembre), giusto in tempo per il rush natalizio. Mentre il resto del mondo dovrà attendere marzo, tempi grigi per Sony e balli sfrenati in Microsoft…
PS per quelli che ci sono rimasti male: ken Kutaragi, capo della divisone global computer entertaiment di Sony, si è scusato: "Mi dispiace di non essere in grado di rispondere a tutte le aspettative".

Inserito il 6 di settembre 2006
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Telefonini, arriverà il 4G

Si parla molto in questa settimana di 4G, ancora in via di sviluppo, dando per agonizzante il 3G. Ma non è ancora troppo presto? E’ vero i risultati di diffusione della tecnologia 3G non sono incoraggianti e nonostante gli sforzi fatti, la crescita nell'uso dei servizi di terza generazione (3G) è stata inferiore alle attese: la ragione è che una banda poco veloce (prezzi a parte) non ha motivato gli utenti a effettuare chiamate in video e a sfruttare l’accesso a Internet dal telefonino. Con il 4G le cose dovrebbero cambiare: la quarta generazione consentirà agli utenti di telefonia mobile di accedere ai servizi per cui ora c'è bisogno del pc con connessione a banda larga. Adesso è l’era della voce, il 4G inaugurerà definitivamente l’era dei dati e delle immagini, visto che l'Unione internazionale per le telecomunicazioni ha stabilito che può essere definita 4G quella tecnologia mobile in grado di trasferire almeno 100 megabite di dati al secondo in movimento e 1 gigabite al secondo da fermo, trasformando di fatto il telefonino in un mini-computer portatile. Ma bisognerà aspettare il 2010. Nell’attesa, allora, non sarebbe meglio che gli operatori rendessero il 3G più appetibile piuttosto che dichiararlo spacciato?

Inserito il 5 di settembre 2006
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit

Il cinema sull’ipod

Il 12 settembre dovrebbe arrivare l’atteso iPod Video e a sorpresa, secondo qualche indiscrezione di oggi, dovrebbe arrivare in compagnia del nuovo servizio di movie download da iTunes. Così i film andranno sull’iPod, al prezzo di 14,99 dollari per le novità e di 9,99 dollari per i film più vecchierelli. Si partirà con Disney, seguiranno altri studios, che si prenderanno la fetta più grossa dell’incasso: 14 dollari, contro i 99 centesimi che spetteranno ad Apple. Steve Jobs, dopo un lungo lavoro, ce l’ha fatta. Gli utenti diranno la loro.

Inserito il 4 di settembre 2006
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Aggiungi a: OKNOtizie | Segnalo | Delicious | Digg | Smarking | Reddit